La cameretta montessoriana

Si parla spesso di come poter adattare le nostre case quando sta per arrivare un bambino, gli spazi si modificano e il bambino diventa il fulcro delle nostre scelte. Per prima cosa possiamo partire da come organizzare la cameretta, da quello che serve per accogliere il nuovo arrivato a come organizzare gli spazi.

La regola base dell’insegnamento montessoriano è l’autonomia del bambino attraverso un ambiente armonioso ed essenziale.

Le caratteristiche di una cameretta montessoriana devono essere:

  • serenità: meglio scegliere una camera senza rumori esterni e non utilizzare colori accesi sulle pareti;
  • essenzialità: pochi oggetti sono sufficienti, soprattutto se non adatti alla sua età;
  • ordine: in modo da avere tutto nel giusto posto e quindi facile da trovare;
  • organizzazione: la suddivisione in zone funzionali è essenziale.

La progettazione degli spazi e delle diverse funzioni può elencarsi nel seguente modo:

  • zona riposo
  • zona cambio
  • spazio per le attività e i giochi

queste zone scandiscono le varie fasi della giornata di un neonato e le differenti attività giornaliere.

Zona riposo

Oltre alle regole per abituare il bambino al ritmo giorno-notte, è bene con il crescere del bambino cambiare tipologia di letto. Una piccola culla sarà adatta nei primi anni di vita, successivamente verrà sostituita con un letto basso, senza sbarre, in modo che il bambino possa salire e scendere autonomamente.

Zona cambio

Un fasciatoio con cassettiera è un utile alleato per avere tutto a portata di mano nel momento del cambio o della vestizione. Successivamente la cassettiera gli permetterà di vestirsi in autonomia.

Spazio per le attività e i giochi

E’ questo lo spazio che più di ogni altro gli permetterà di sviluppare le proprie capacità sensoriali, motorie e cognitive. In questo spazio non può mancare un tappeto su cui giocare, vari giochi e mobili bassi dove tenere a portata di mano tutto e rendere autonomo il bambino.

SUCCESSIVAMENTE….

Quando il bambino sarà più grande è necessario adattare la cameretta alle nuove esigenze.