Lo stile Japandi: unione tra stile scandinavo e stile giapponese

Hai mai sentito parlare dello stile Japandi? E’ il trend del momento in fatto di interior design. E’ lo stile nato dalla fusione tra lo stile scandinavo e lo stile giapponese. L’accogliente stile scandinavo e il funzionale stile giapponese creano uno spazio semplice ed equilibrato.

I due stili si basano su un approccio minimalista generando interni semplici e lineari, privi di ornamenti eccessivi.

Lo spazio in stile Japandi libera chi ci abita dalle cose inutili e dal superfluo. Lo riavvicina alla natura e a ciò che è bello ed essenziale per essere felici.

Sono proprio le differenze tra i due stili (scandinavo e giapponese) che rendono questa combinazione. Mentre lo stile giapponese si caratterizza per la sua eleganza,gli elementi rustici dello stile scandinavo portano un aria domestica. Allo stesso modo, se gli interni scandinavi tendono ad essere molto neutri, la palette cromatica giapponese è più vivace.

Stile japandi: unione tra stile scandinavo e giapponese

Le caratteristiche dello stile Japandi

  • Colori: lo stile Japandi mixa i colori chiari e luminosi dello stile scandinavo con i toni scuri e naturali di quello giapponese per enfatizzare la personalità di un ambiente. E’ possibile trovare questi colori su tessuti e complementi d’arredo senza snaturare però l’essenza minimalista. I dettagli di colore nero e i tocchi color oro sono elementi tipici dello stile Japandi. Il bianco ottico sparisce quasi del tutto, lasciando spazio a colori più caldi ma neutri, con toni più decisi come rosso, nero, verde o grigio;
  • Piante: entrambi gli stili si caratterizzano per la presenza di piante e la forte connessione con la natura. Il perfetto stile Japandi predilige piante alte con foglie grandi e verdi;
stile scandinavo e giapponese
  • Arredi: lo stile Japandi fonde legni chiari e scuri, forme sinuose e linee più rigorose. Trae dallo stile giapponese l’uso dei mobili bassi. Se gli arredi scandinavi si caratterizzano per la capacità di donare confort, lo stile giapponese predilige la funzionalità che nel japandi si fondono insieme, senza alterare semplicità e minimalismo. I mobili saranno pratici e svolgeranno la loro funzione ma allo stesso tempo saranno oggetti di design che impreziosiscono l’ambiente.
  • Materiali: i materiali naturali caratterizzano questo stile prediligendo la qualità e l’artigianato.  Il legno è il materiale prediletto non solo per i mobili, ma anche per la pavimentazione: il parquet è dunque perfetto e dà vita ad una superficie calda e accogliente. Altri materiali che puoi trovare in un perfetto interno in stile japandi  sono il vimini, il bambù e il giunco, oltre all’acciaio, al ferro, al vetro e alle ceramiche. I tessuti sono preferibilmente grezzi come la seta, il raso e la juta.

Conclusioni

Semplicità ed ordine sono il mood dello stile Japandi, spazi ampi e ordinati favoriscono serenità e rilassatezza. E’ lo stile adatto per chi conduce uno stile di vita semplice e pratico, per chi ama la natura, l’ordine e l’armonia. 

In altre parole, il Japandi nasce dall’unione delle regole fondamentali del wabi-sabi giapponese, ossia la ricerca della bellezza nell’imperfezione e l’hygge scandinavo: il godimento delle cose semplici della vita.